Spurgo pozzi neri
Scegli il servizio
Scegli la provincia

consigli per manutenzione pozzi neri
 
In questa pagina si propone una rapida guida alle domande più frequenti in ambito di manutenzione e spurgo di pozzi neri e fognature.
 

Cosa si intende per “fossa biologica”?

Una fossa biologica (o fossa settica) è una fognatura statica. Solitamente una fossa biologica viene usata per condomini e abitazioni isolate, allo scopo di contenere i rifiuti solidi e di rilasciare nel contempo liquami ed altri rifiuti liquidi nella conduttura comunale.
 

Cosa si intende per “pozzo nero”?

Un pozzo nero consiste in un ampio contenitore sotterraneo, all’interno del quali si accumulano le acque nere. Si differenza dalla fossa biologica in quanto necessita di manutenzione e svuotamenti più frequenti.
 

Come si fa a mantenere efficienti pozzi neri e fosse biologiche?

Il buon funzionamento di pozzi neri e fosse biologiche è garantito da interventi di monitoraggio professionali e frequenti.
I pozzi neri devono essere svuotati con frequenza proporzionale alla quantità di liquidi gestita: è così possibile controllare il livello del liquido ed evitare il sovraccarico del pozzo con acqua piovana o altre sostanze esterne. Lo stesso principio vale per le fosse biologiche: in questo caso è inoltre consigliabile evitare un uso eccessivo di detersivo.
 

Ogni quanto è consigliabile svuotare una fossa biologica?

La manutenzione della fossa biologica va eseguita almeno una volta all’anno.
Lo svuotamento della fossa biologica ha lo scopo di rimuovere schiume e altri residui che rischiano di otturare i canali di dispersione dell’acqua depurata, ostacolando la dispersione stessa; allo svuotamento segue la pulizia della fossa (tramite un’operazione approfondita di risciacquo) e la riparazione di eventuali danni. Tutti questi interventi devono essere eseguiti da personale professionale (iscritto all’Albo Nazionale Gestori Ambientali) ed equipaggiato con attrezzature apposite.
 

Come prolungare l’efficienza della fossa biologica?

Per garantire la longevità ed il buon funzionamento della fossa biologica è possibile seguire alcuni consigli:
- eseguire una manutenzione generale almeno una volta all’anno, rivolgendosi ad una ditta specializzata;
- non superare il volume medio di acqua al giorno previsto, in modo da evitare il sovraccarico di acqua;
- evitare l’utilizzo di additivi per fosse biologiche;
- evitare l’immissione di corpi e sostanze estranee nello scarico (es. assorbenti, fondi di caffè, carta);
 

Quanto può durare una fossa biologica?

Se la fossa biologica in questione è realizzata in modo ottimale, viene sottoposta a manutenzione regolare e non caricata oltre il limite previsto, può durare fino a quarant’anni.
In un’ottica di longevità, è consigliabile non iniziare alcun genere di coltivazione (es. orto, giardino, alberi) in prossimità della fossa biologica, in quanto l’irrigazione continuata può creare un sovraccarico nel canale di dispersione dell’acqua e le radici rischiano di ostruire le fessure dello stesso.
 

È possibile che una fossa biologica inquini le falde acquifere?

La presenza di una fossa biologica non costituisce alcuna minaccia alle falde acquifere nè all’ambiente circostante, a patto che sia costruita secondo tutti i criteri e venga sottoposta a manutenzione costante.

Devi svuotare il tuo pozzo nero?

Anche il pozzo nero più curato del mondo ha bisogno di essere svuotato regolarmente. Trova la tua città e scegli tra le migliori aziende di spurgo pozzi e fosse biologiche:

VeneziaTrevisoPadovaVicenzaBellunoTrento

Termini d'uso e informativa sui cookies
TOP